martedì 30 ottobre 2012

Pumpkin staging!!


Non è ancora Halloween, ma quasi! Allora vi propongo una visita in un apartamento immaginario a forma di zucca, sapientemente decorato e staged per l’occasione, raccogliendo foto di decorazioni tema Halloween che mi hanno colpito particolarmente!
Welcome to the Pumpkin Staged home…

Comincio subito proponendo il tappetino d’entrata: è geniale essere accolti dalle scarpette di una Strega, no?
via Pinterest

Continuando ad addentrarci nella casa Pumpkin staged, dovremo salire le scale… riusciremo a superare l’ombra che ci sbarra il cammino?
via Martha Stewart

In salotto la decorazione in raso nero riprende temi oscuri…

E se andiamo in bagno ci aspettano strani asciugamani!
via Guia para decorar


…meno male che ci sono i dolcetti…

Altre immagini le trovate qui nella mia pagina pinterest!

 
E voi come lo festeggiate Halloween? Io mi travesto da… sssssstthh non si dice!


lunedì 29 ottobre 2012

Moltiplichiamo lo spazio!

Uno degli aspetti fondamentali che nota (o sente) il cliente che visita una casa in vendita è lo spazio: ci si accorge subito se l'ambiente appare ampio o opprimente e molto spesso la sensazione di oppressione è causata non tanto dall'architettura dell'immobile quanto dalla disposizione e quantità dei mobili e dai colori e luce usati per decorare la casa.
Su questi ultimi aspetti possiamo agire facilmente.
Ecco qualche consiglio che potrebbe essere utile...

Luce naturale: è importante fare in modo che entri il più possibile, creando luce diffusa (per questo sono importanti le tende) che abbracci tutto l'ambiente circostante.
Luce artificiale: lampade da tavolo , lampadari, punti luce devono essere pensati con coerenza: non è male fornire gli angoli più bui di una piccola fonte di luce che ne risalti lo spazio,; è importante scegliere le lampadine adatte a creare una luce nè troppo calda, nè troppo fredda :se non si ottiene l'equilibrio giusto, è facile che i colori della stanza appaiano diversi, nonostante tutto il nostro lavoro!

via Design to inspire
Le pareti in generale danno più spazialità all'ambiente se sono di colori chiari, ma non rinuncerei a dipingere  qualche metro quadrato per dare un accento speciale ad un angolo particolare...

via Apartment therapy
 Per quanto riguarda mobili e accessori sono consigliati toni neutri, mentre se il nostro problema sono gli spazi ridotti sarebbe bene fuggire dalle fantasie...anche se ci piacciono molto!

via 79 Ideas
La disposizione dei mobili e di conseguenza i percorsi che si creano hanno un'importanza fondamentale sulla sensazione spaziale che possiamo dare al nostro ospite: i passaggi devono essere agevoli e le viste fra una stanza e l'altra devono essere agevolate da porte aperte e pochi ostacoli.
via Home-designing
 L'alleato migliore per aggiungere metri quadri agli ambienti è lo specchio, che se collocato in modo strategico può essere veramente l'elemento che cambia aspetto a tutto il contesto: non solo moltiplica la luce, ma raddoppia visualmente lo spazio antistante!

via Decoraillumina...e
 ...e voi che trucchi avete per moltiplicare lo spazio?

venerdì 26 ottobre 2012

30 giorni di pulizie...




Oggi mi sento pratica: ammettiamolo, la maggior parte delle volte in cui si entra in un appartamento da vendere, questo non è in buone condizioni, a partire dalla pulizia.
Non sempre si tratta di trascuratezza da parte dei proprietari, ma spesso semplicemente del fatto che la casa è disabitata da un po' di tempo...basta una settimana perchè si formi un po' di polvere...
Non darò quindi lezioni sulle pulizie da fare in fase di STAGING, ma condividerò un articolo che ho trovato su Apartment therapy e tradotto in italiano perchè poi l'ho usato tantissimo per me stessa! Insomma, se un giorno metteremo in vendita la nostra casa, almeno sarà pulitissima!
Lo potete scaricare QUI!
How to clean your house in 20 minutes a day for 30 days
  1. Pulisci le superfici del soggiorno e cucina (raccogli oggetti  sparsi, polvere, spazza e passa l’aspirapolvere);
  2. Pulisci i bagni (WC, docce, pavimenti, pareti, specchi);
  3. Pulisci le superfici delle camere da letto (togli la polvere, giocattoli, vestiti);
  4. Pulisci le superfici delle stanze “extra” (seminterrato, ufficio, stanza dei giochi);
  5. Pulisci le superfici della cucina e del soggiorno;
  6. Pulisci i bagni;
  7. Pulisci tutte le finestre interne (aceto bianco e carta di giornale funziona belissimo!);
  8. Spazza e passa l’aspirapolvere su tutti i pavimenti della casa (non dimenticare le scale!);
  9. Pulisci le superfici delle camere da letto;
  10. Pulisci a fondo il soggiorno (specchi, battiscopa, soprammobili polverosi);
  11. Pulisci i bagni;
  12. Pulisci gli armadi;
  13. Pulisci le superfici delle stanze “extra”;
  14. Pulisci a fondo stanze da letto (anche sotto il letto!);
  15. Pulisci le superfici del soggiorno e della cucina;
  16. Pulisci a fondo i bagni;
  17. Pulisci tutte le porte,maniglie, telefoni, homecinema, tv...);
  18. Pulisci a fondo il frigorifero, riorganizza la dispensa;
  19. Pulisci l’entrata, la macchina, scopa il porticato (le terrazze);
  20. Pulisci le superfici del soggiorno e della cucina;
  21. Pulisci le superfici dei bagni;
  22. Pulisci le superfici delle stanze da letto;
  23. Spazza e passa l’aspirapolvere su tutti i pavimenti della casa;
  24. Pulisci l’asciugatrice;
  25. Pulisci le superfici del soggiorno e della cucina;
  26. Pulisci a fondo la cucina ;
  27. Pulisci le superfici dei bagni;
  28. Pulisci le superfici delle camere da letto;
  29. Pulisci una cosa che avresti dovuto pulire ma nn lo hai ancora fatto;
  30. Spolvera e passa l’aspirapolvere su tutte le le superfici della casa;
 Per altri Tips interessanti suggerisco  The 20/20 cure, una serie di video molto interessanti per prendersi cura della casa e farla sempre più nostra!

mercoledì 24 ottobre 2012

Vendere casa...illustrato

Fra i vari blog che seguo ne ho trovato uno dedicato agli agenti immobiliari ed alla loro formazione. Trovo sia giusto che anche chi lavora "dietro le quinte" come gli home stagers, sia informato su su come funziona realmente il mercato immobiliare: voglio dire che non è realista pensare che un appartamento si possa vendere solo grazie all'intervento dell'home stager (e magari fosse così!), ci sono altri fattori che influenzano la buona riuscita di una compravendita immobiliare e per questo ho pensato di rifarmi l'articolo scritto da Salvatore Codetta sul suo blog FormaReal Estate.

Le cinque cose da fare per vendere una casa 

Ho voluto far riferimento ai suoi argomenti cercando di analizzare il ruolo dell'Home Stager per ogni punto con il fine di chiarire e migliorare la collaborazione che può esserci fra queste due professioni. (fra virgolette cito l'articolo di Codetta)

  1. Prezzo: "Il prezzo è giusto quando corrisponde alla cifra che è disposto a pagare l'acquirente". È importante in questo caso per il venditore che questa cifra si avvicini il più possibile alla cifra da lui pensata, senza importanti ribassi, che di solito avvengono a causa delle condizioni della casa... qui agisce l'Home Stager!
  2. Termini e condizioni: Qui noi non possiamo fare molto, si tratta del rapporto fra venditore e compratore...
  3. Condizioni della casa: "Potrebbe essere utile l'intervento di una Home Stager?" Naturalmente è utile! Ma credo sia indice di professionalità saper anche dire che c'è bisogno del nostro intervento in alcuni casi...
  4. Zona: "la zona influenzerà il prezzo". questo è chiaro, ed anche qui non c'è molta possibilità di azione da parte nostra... 
  5. Pubblicità: "Il vostro messaggio pubblicitario è efficace?" Tralasciando i concetti di marketing immobiliare penso che in questo caso la collaborazione vincente fra agente immobiliare ed Home Stager sia definita dalla qualità delle fotografie e degli elaborati grafici che riusciamo a fornire: quanto migliori foto e planimetrie, tanto maggiore interesse nel visitare l'immobile da parte del cliente!
Riassumendo: l'intervento dell'Home Stager può migliorare (o stabilizzare) i fattori Prezzo, Condizioni della Casa e Pubblicità.
Le parole di Codetta mi hanno fatto pensare e spero che questo articolo possa aiutare a migliorare la collaborazione fra Agenti Immobiliari ed Home Stagers
Che ne pensate? mi interessa la vostra opinione!

lunedì 22 ottobre 2012

Una fiera vista con occhi diversi: le mie nominations


 

La settimana scorsa a Padova ha avuto luogo la Fiera Casa su Misura, che ho visitato con interesse, cercando di vedere non solo le tendenze, ma anche le migliori soluzioni sia nell'ottica dell'Home Staging, che del Restyling.

Fin'ora ero andata sempre con l'occhio critico dell'architetto, ammetto  anche che giudicavo qua e là le soluzioni proposte (chiedo venia!), ma quest'anno è stato diverso: tutto mi appariva sotto una nuova luce e ho avuto modo di confrontarmi con espostori che si occupavano di mobili, di pittura per le pareti, di illuminazione... insomma: bilancio finale molto positivo!

Ed ecco le mie nominations sugli espositori alla fiera, basate su mio personalissimo giudizio!

Prima nomination: ovviamente mi riferisco all'acquisto che ho fatto: non sono una compratrice compulsiva, ma ho avuto un colpo di fulmine e quando ho notato che era successa la stessa cosa a mio marito, ci siamo convinti... si tratta di una lampada di Ideal Lux.

È da un anno che vivo in Italia e la mia mini-casetta ha ancora lampadine che pendono dal soffitto... fino alla prossima settimana, quando andrò a ritirare la lampada, che dalla foto sembra una lampadina, ma in realtà è piú grande (22 cm di diametro) e contiene al suo interno la vera fonte di luce: perfetta per il mio soggiorno/salotto/sala da pranzo/zona studio/cucina (casa piccola --> spazi multiuso!). Prometto che posterò le foto!

Seconda nomination: Un tema che mi ha interessato in modo particolare sono i mobili multiuso: è chiaro che al giorno d'oggi gli spazi sono sempre piú ridotti, oltre alle famiglie allargate ci sono oggi le famiglie"mini" formate da 1 o due persone.
Bisogna attrezzarsi e come al supermercato vendono le "porzioni per single, alla fiera del mobile troviamo soluzioni per spazi ridottissimi!
L'azienda che ha attirato la mia attenzione in maniera particolare (forse anche per la lunga chiacchierata avuta con il loro agente proprio su questo tema) è Clei.



La cosa interessante è che non si occupa solo dei "classici mobili a scomparsa", ma li pensa anche in contesti come appartamenti in affitto, stanze per adolescenti che comunque rimangono come studio o stanza per gli ospiti; in conclusione: quest'impresa punta alla durata dei suoi mobili, non alla provvisorietà e al giorno d'oggi mi sembra un concetto innovativo!

Ecco la terza nomination, questa volta di gruppo... Un'altra impresa che mi è piaciuta molto per l'originalità delle sue idee è VismArredo, che propone soluzioni intelligenti e piene di colore (e chiaramente a me piace il colore!!! ma anche Voltan: di quest'impresa mi è piaciuta anche particolarmente la presentazione delle collezioni, mischiandole alle particolari opere d'arte del designer Francesco Barbieri (che naturalmente ha fatto anche i mobili!).

Ultima nomination (per ora)... vorrei segnalare Gobbo salotti, per l'originale allestimento in fiera dei suoi mobili, in ambientazioni che appariva diverse solo grazie all'uso di complementi e cuscini: molto interessante proprio nell'ottica dell'home staging e del relooking!

E voi come avete vissuto questa fiera?
Io ne stono uscita soddisfatta, considerate le piccole dimensioni di Padova, credo sia stata organizzata molto bene, con eventi fuori-fiera e la partecipazione attiva di numerose imprese che si sono impegnate affinchè questa manifestazione avesse successo...complimenti a tutti!

venerdì 19 ottobre 2012

Tutti i colori del mondo (1)


Ogni volta che ci troviamo di fronte ad un progetto, sia che si tratti di Home staging che di Restyling, uno dei temi fondamentali da affrontare sono i colori.
Non sempre è facile accostarli e spesso ci troviamo di fronte a dubbi: a volte è proprio il cliente l'indeciso, di fronte alle nostre proposte entusiaste...

Allora facciamoci aiutare da qualche strumento!!
Risparmio il mondo dall'enunciazione della teoria del colore : immagino che chiunque si interessi a questi temi ne sappia già qualcosina... e passo direttamente ad alcuni strumenti online che trovo interessanti e che tratterò poco a poco in diversi post.

Quando facciamo il moodboard di cui ho parlato qui, possiamo aggiungere una piccola palette di colori che potranno guidare noi e chiarificare le idee del cliente (la comunicazione è importante e se è visiva meglio ancora: si risparmiano parole inutili...io per esempio mi esprimo molto meglio con esempi visivi, quindi per me è un grandissimo aiuto!
Ho provato a usare la pagina COLOURlovers, una community per scambiarsi e creare palettes.
una volta registrati (eh sì, anche qui bisogna...) si può usare il tool PHOTOCOPA.



È un'applicazione online che permette creare palette dalle foto caricabili da internet inserendo l'url (http://...) oppure da Flickr se abbiamo un profilo... io lo faccio partendo da Pinterest.
a sinistra appaiono i colori principali rilevati nella foto, ma anche i gruppi più chiari, più scuri o che hanno delle relazioni analogiche. I 5 colori che appaiono nella parte bassa della foto sono invece la palette che ho creato basandomi sui colori che mi ispiravano di più nella foto In questo caso mi sono basata in particolar modo su quelli che ho rilevato dalla visita sul luogo.
Ho preso questo esempio, perché presto pubblicherò il Before&After di questo progetto di restyling!
Che ne dite? È uno strumento utile?

...e a proposito di moodboards ecco il mio board di Pinterest sul tema!

Ispirandomi: moodboards in Pinterest

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...