venerdì 10 maggio 2013

Parliamo di Paola Marella! ...o dei suoi programmi!


L’altro giorno ho letto un articolo sul blog di una collega: Arching Home Stager, che parlava di quanti programmi oggi parlino di argomenti attinenti all’Home Staging ed al Restyling.
Parto proprio da questo interessante articolo che raccoglie direi tutti i format televisivi, per fare una riflessione che mi gira da tempo in testa: parliamo di Paola Marella! Questa donna geniale che ha fatto del suo mestiere una, due, no! TRE serie televisive trasformandosi in poco tempo nel simbolo indiscusso del Restyling e dell’Home Staging per l’immaginario collettivo.
via Paola Marella
Insomma tanto di cappello ad una profesionista che ha saputo vedere lontano!!!

E sotto sotto mi fa piacere quando i miei amici per ridere a volte mi chiamano la Paola Marella di Padova…. (^_^ simpaticoni…)
Ma quando mi trovo a spiegare i concetti dell’Home Staging e mi sento rispondere: “Ah! Come in Vendo Casa disperatamente!”; devo dire ogni volta “NO” ed iniziare spiegare le differenze fra questo famoso programma e il Marketing Immobiliare reale.
In TV ci si trova nella tipica situazione con tre immobili in vendita e un solo acquirente che visita gli appartamenti valutandone pregi e difetti assieme alla conduttrice e ne sceglie uno con il criterio del “meno peggio”, cioè quello che meno si allontana dalle esigenze dell'acquirente.
A questo punto entra in gioco l’Architetto che grazie alla collaborazione di diversi professionisti ristruttura completamente l’ambiente scelto e lo rende funzionale al cliente protagonista della puntata.
Essendo uno spettacolo televisivo, le soluzioni scelte sono spesso spettacolari, soprattutto per l’uso dei colori e dei motivi delle carte da Parati.
Troviamo anche interessantissime librerie in cartongesso e soluzioni di illuminazione particolari, insomma, una bella fonte di ispirazione!
Ora inizio con le mie piccole osservazioni (sempre molto personali: è il mio blog no?).

  • La prima differenza e direi anche la più importante, che trovo fra il programma e la professione reale è l’obiettivo ultimo: in TV si lavora per andare incontro alle esigenze del singolo cliente, nella realtà l’Home staging ha come scopo rendere l’appartamento gradevole al maggior numero di potenziali clienti: più si riesce ad aumentare il target, più possibilità di vendita ci sono.
  • Come ho detto prima, il format televisivo pretende che vengano presentate idee molto originali (esagerate?), che possano essere d’ispirazione per lo spettatore, ma nella vita reale, sfido chiunque a resistere più di un mese con un disimpegno laccato interamente di Rosa fuxia, soffitto compreso! Non nego che sia bello e che possa piacere, ma sono dell’opinione che soluzioni così drastiche possono essere gradite da pochi e per poco tempo… (come quando uno si tinge i capelli di colori improbabili: non dura molto!)
  • La portata degli interventi poi ha dei costi purtroppo abbastanza elevati: direi in media sui 7.000 € senza contare l’intervento di consulenza architettonica e permessi vari (spesso si buttano giù le pareti e per questo ci vuole una DIA, ma agli spettatori non lo diciamo...); per quanto riguarda l'home staging, invece, c'è proprio l'obiettivo dichiarato di avere un minimo investimento per raggiungere il massimo risultato.
Tirando le somme, la mia "conoscenza" del programma dimostra che sì, l'ho visto spesso! quindi lungi da me criticare un format che ha avuto ed ha ancora grande successo, ma... sia chiaro che non si tratta di home staging ma di ristrutturazioni mirate. 
...e tranquilli, parlerò anche di Welcome style, che mi piace tanto... quello sì invece che è proprio Restyling!!!! 


6 commenti:

  1. Ho letto il tuo articolo, è sempre piacevole "leggerti"!
    Concordo con te ... da un lato si deve a lei il fatto di mostrare come si dovrebbero presentare gli immobili ("Cerco casa disperatamente"), dall'altro occorre sempre specificare al mediatore/cliente che l'Home Staging non è quello che si vede in "vendo casa disperatamente"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! grazie a te! è bello integrarsi a vicenda! ^_^

      Elimina
  2. Anch'io ho visto diverse puntate di entrambe le trasmissioni, sarà deformazione professionale? Non so! Trovo che da un lato dimostrino l'interesse sempre maggiore che ha il pubblico per l'interior design, ma da un lato forse peccano nel semplificare ciò che sta dietro alle ristrutturazioni. Come scrivi giustamente tu,ogni intervento su un appartamento comporta tanti aspetti di non poca importanza(permessi da richiedere ai comuni, budget del cliente da rispettare ecc.), magari fosse tutto così semplice! Comunque è sempre bello sognare, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sempre bello sognare! Peccato che semplificando tanto le cose, si rischia di trovare clienti con aspettative troppo alte...

      Elimina
  3. Uh! Allora siamo tante piccole paolemarelle sparse per l'Italia! Anche io ho riscontrato quello che dici tu, effettivamente il "mondo reale" é sempre diverso, ha tempistiche e budget più ridotti. Per quanto riguarda Welcome Style attendo, curiosa, il post e con un briciolo di presunzione tu dirò...a volte io so fare anche meglio! ;) buon pomeriggio e weekend!
    Laura (ECOhps)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha Laura, è proprio così!! e meno male che siamo in tante e per tutti i gusti!

      Elimina

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...