mercoledì 29 gennaio 2014

Come ti impilo il libro....

Ho già parlato di librerie, scaffali e di come disporre i libri in modo ordinato e non "casuale" in 10 tips per allestire la propria libreria , ma ci sono tantissime altre soluzioni interessanti per utilizzare questi oggetti di carta tanto amati, tanto usati e così graditi (adoro quando me li regalano!) .

Questa volta parlerò del libro come elemento d'arredo di per sè: messo sul tavolo o per terra, o anche sul letto, ma solo ed esclusivamente se è "di bella presenza" (senza nulla togliere agli Harmony di turno...), voglio dire che se lo usiamo per arredare, almeno scegliamolo di un certo spessore - e questa volta parlo del volume fisico, non dello spessore culturale! -  e di una certa qualità: 
  • carta ottima;
  • copertina rigida;
  • colori ben definiti;
  • ultimo, ma non meno importante, argomento interessante!!!
  • le riviste sono un caso a parte: vanno benissimo se ordinate e in gruppi almeno di 10 numeri!
(quelle di storia di mio marito hanno un posto d'onore nella nostra libreria!)

Cominciamo dal principio: dove e come mettere questi bellissimi libri: dove vuoi, basta che si vedano e... impilati (è fondamentale che siano impilati!) Per qualche strano motivo, forse perché l'occhio è abituato a vederli disposti in fila, l'attenzione si sposta sempre sui libri incolonnati, che sia in una libreria, sul tavolo o... per terra!
via Interiors originals

Stanno bene pure appoggiati (e questa volta mi contraddico - anche in fila!) su uno scaffale basso, molto basso, collocato in modo strategico, magari ai piedi di pareti ampie e (per ora) vuote!
via Abigail Ahem
via Pinterest
Un'altra soluzione interessante riguarda i volumi usati come tavolino: ottimo per la stanza degli ospiti, ma anche in soggiorno, soprattutto per gli amanti di libri d'arte!
via Real simple
In questa foto possiamo vedere che ci sono dei tomi che si prestano particolarmente a quest'uso: sono i classici "mattoni" che riceviamo  in regalo. Parlano d'arte, di architettura, di viaggi o città. Sono ricchi di fotografie di paessaggi o di dipinti raccolti in un'esposizione... 

Sono quei libri che ci piace sfogliare.

Inutile dire che ci vuole un pochino di attenzione strutturale... occhio a non mettere i più piccolini in basso! Vi lascio solo immaginare le conseguenze... e, visto che ci siamo, occhio ai titoli ed alle copertine.
  • Visto che sono "libri da esposizione" bisogna stare attenti a collocare il titolo ben in vista e nella direzione giusta;
  • Bisogna inoltre fare in modo, se possibile, che la copertina guardi verso l'alto, dev'essere facile da vedere!
  • ...e se proprio ci piace metterli i disordine... è sempre un'opzione originale!
via Design to inspire!
 Alla fine sta a noi decidere come esporli... basta un pochino di fantasia e tanta, tanta passione per loro!!
via Apartment therapy
Lascio anche un paio di links su articoli che parlano dello stesso argomento... per approfondire un po'!
  • Apartment therapy (il mio blog-guru!): qui si parla del trinomio arte-libro-lampada...
  • The Orangedeer: ho trovato un articolo simile a quello che ho appena scritto, ma con molte altre foto ed esempi!
  • Altre foto, come sempre su Pinterest: sul board Book staging!

venerdì 24 gennaio 2014

10 anni per Bourgie, 1 amore per me!

Qui il video di compleanno preparato da Kartell!


In questi giorni si celebra il compleanno della lampada Bourgie, creata nel 2004 da Ferruccio Laviani per Kartell e diventata subito un M U S T   H A V E.

Ora vi spiego anche perché ho deciso di scrivere un articolo su di lei, visto che di solito mi occupo di "insieme" di mobili, più che di singoli oggetti decorativi...
Io la amo!!!
La metterei ovunque e l'ho già consigliata più volte ai miei clienti, proprio per la sua versatilità, la semplicità del materiale, il policarbonato, l'ironia delle forme, le altezze regolabili, che la rendono adatta a più e più ambientazioni....

Non per niente credo che sia stato l'unico vero capriccio di design che ho avuto... e dico CAPRICCIO proprio perché ho puntato i piedi (e forse anche saltato un pochino) di fronte a mio marito... "La voglio, la voglio, la voglio!!!!" e giuro che non sono così! Alla fine è arrivarta a casa e questa "vittoria" l'ho raggiunta trascinandolo al negozio Kartell per fargliela conoscere di persona... si sono piaciuti!

Da allora mi accompagna nei miei traslochi (anche lei ne ha fatta di strada...) ed è ancora intera!
Non posso fare altro, ora, che lasciarvi qualche bella foto, tra quelle che ho raccolto nel board Lights and... di Pinterest... (altro amore della mia vita!!!)
Dove la metti, è la protagonista! via Design to inspire
Ambientazioni minimal via Design to inspire
...o barocca... via Design to inspire
...e non solo da tavola... via Arcadianhome
La lampada più diplomatica e versatile ce conosca!!! mi piace sempre! E ora la smetto che divento sdolcinata...
E voi avete un "fetiche" come me?...

martedì 21 gennaio 2014

Un angolino tutto per te: reading nook

Non ne hai uno in casa? Dovresti! Un angolino tutto tuo, per fare quello che più ti piace, per rilassarti e leggere, scrivere o creare. Ognuno di noi sa come rilassarsi, tra chi preferisce andare al cinema o fare sport, c'è anche chi si gode la propria casa.
Ma allora, se sei uno di quelli che adorano godere ogni centimetro del proprio spazio...ecco qualche esempio a cui ispirarsi, per creare il posto tutto tuo!
via Houzz
Innanzitutto c'è da dire, che essendo un angolino molto ma molto personale, esso deve assolutamente soddisfare le esigenze di chi lo crea, quindi fuori i preconcetti e i modelli prestabiliti: colori, materiali, forma e dimensioni devono andare bene a te.
via Poppytalk
Cuscini, coperte, seggiole o poltrone, panche, materassi e tende possono essere solo alcuni degli oggetti che permettono creare quell'ambiente che sarà il tuo personale!
via Pinterest
Di solito si usa per leggere e quindi una buona fonte di luce è fondamentale, ma lo è anche se la tua intenzione è scrivere o dipingere, fare paperkraft o riempire i board di Pinterest...
I colori possono essere molto personali o seguire lo stile della casa, ma avere un angolino completamente diverso da tutto il resto  può essere una soluzione originale!
via Buzzfeed
Come possiamo vedere ci sono addirittura dei mobili già "preconfezionati" per essere prefetti readingnooks, con addirittura lo spazio per appoggiare la tazza...
 Ed anche lo stile shabby chic non è da meno per creare un accogliante angolino da lettura!
via Mommo Design (e anche altri esempi!)
 Allora che aspetti a creartiil tuo spazio speciale? Hai già pensato ai colori? Io personalmente ho una vecchia poltrona, sulla quale da piccolina, bevevo il biberon... ora è nella mia casa, con un cuscino dai colori vivaci. Non è più in un intorno "anni ottanta", ma nel mio studio! Il MIO angolino!

venerdì 17 gennaio 2014

Home staging nelle infografie...(1)

Se c'è una cosa che adoro fra le "grafiche di moda" del momento, questa è l'infografia: un metodo veloce e chiaro per esprimere un concetto, per diffondere dati senza perdersi in spiegazioni troppo complicate, gioca sul colpo d'occhio e spesso è pure divertente!.
Mi piace così tanto che ne sto iniziando a crearne qualcuna pure io, relativa a Before & After... ma ce ne sono ancora in pentola: stay tuned!!!
Nella rete poi, ce ne sono a bizzeffe e pian pianino sto raccogliendo quelle che più mi piacciono su Pinterest.(Board Infographic!!!)
Fra le tante che ho raccolto, spopolano quelle relative all'interior design e - udite udite - all'home staging e real estate! Ne proporrò alcune poco a poco... e cercherò di tradurne (o riassumerne) i concetti visto che ne trovo in inglese e spagnolo....ma arriveranno anche in italiano! Spero che possano essere utili!!!

La prima che propongo è  questa:
il costo reale dell'Home staging
calcolato sulla realtà americana (statistiche nazionali), ma che, direi, non dista molto da quella italiana, rispetto al ritorno dell'investimento.

Statistiche nazionali (USA):
  • 1% è la riduzione del prezzo ogni mese sul mercato (fonte Zillow)
  • 9% è la riduzione di prezzo medio di una casa durante il periodo in cui è sul mercato
  • La casa si vende in media il 78% più rapidamente una volta effettuato l'Home Staging.
Medie di vendita
  • 127.234€ (ho fatto l'equivalenza in data attuale...) è la media nazionale di vendita (USA!)
  • 955,00€ è la media mensile del costo di un mutuo
  • 147,00€ è la media mensile dei costi di mantenimento
Facendo un po' di calcoli...
  • 1.100,00€ di costi mensili in aumento
  • 7 mesi in meno sul mercato grazie all'Home Staging
  • Quindi 7.700,00€ di spese risparmiate fra costi di mantenimento e  mutuo
  • 8.900,00€ risparmiati rispetto alla diminuzione del prezzo dell'immobile sul mercato
  • 16.600,00€ totali di risparmio applicando l'Home Staging all'immobile!

Poi in basso ci sono le fonti... (realizzata da Staging&Design attraverso Piktochart)
Avete notato che noia leggere i dati scritti da me a fianco dell'infografia e che chiaro è invece ciò che è scritto/disegnato nell'infografia?
 - lo adoro-
E le informazioni sono importanti davvero!!!!!

Spero che in Italia arrivino presto statistiche da riportare nella nostra propria infografia.
Datemi i numeri che al disegno ci penso io!!!!




mercoledì 15 gennaio 2014

Stampe antiche, arredamento moderno e il bagno...

Mi hanno sempre affascinato, forse perché sono una delle passioni dei miei genitori, forse perché adoro il disegno, forse sarà invece per la carta invecchiata, gli inchiostri, l'aspetto eterno di quegli oggetti che in fondo non passano mai di moda...
Ebbene sì perché oggi, tra la passione per gli ambienti industriali, vintage e un po' shabby chic, le stampe non possono proprio mancare!
da Suggerimenti per la casa
Ecco alcuni esempi che ho trovato in giro in cui questi oggetti pieni di storia e magari di segreti, possono esssere utilizzati in un contesto molto ma molto contemporaneo!
 
Mantenendo i toni del marrone e del nero. è possibile inserire la nostra stampa in un ambiente neutro, puntando l'accento su di essa grazie alla posizione non centrale (attira lo sguardo!) e ad un passepartout molto grande, che rende ancora più importante il disegno raffigurato in essa ed invita ad avvicinarsi per vedere quale segreto si cela fra le antiche linee...


da Petit poo mon amour
La stampa può essere circondata da un passepartout coloratissimo, in contrasto con i colori tenui della carta, la risalta particolarmente e la rende protagonista di un contesto così attuale e giovane.


NB: Il passepartout è molto importante perché influisce fortemente sul carattere dell'immagine in lui contenuta, al pari della cornice: possiamo giocare con questi due elementi che variano in colore, spessore, materiale, dimensioni e dare importanza e significati diversi alle nostre stampe.

via Mondo artista
Quindi, sempre parlando di riuso di oggetti, invece di comprare poster e immagini spesso di dubbio gusto... perché non riutilizzare ciò che abbiamo a casa rinnovandone il "vestito"?
Ci sono anche soluzioni ingegnose per cambiare la cornice, come questa idea curiosa di incorniciare le stampe con passamaneria e perché no, applicarle alla porta!
da Home space relooking
da Casa e Trend
Se invece le confondiamo in allegre composizioni a tutta parete, fra poster grafici, fotografie ed altri quadri, l'effetto sarà questo... mi piace!


...E per quanto mi riguarda... mi hanno regalato piccole stampe raffiguranti le comunità spagnole, quando mi sono sposata (con uno spagnolo appunto) e... visto che dopo il mio recente trasloco i bagni non erano da ristrutturare, ma non mi piacevano molto, il budget era poco ed i tempi stretti... ecco la soluzione low cost o comppletamente no cost!
Si tratta di un bagno piccolo piccolo, rivestito con piastrelle gialle e avorio, con un bordo marrone. Per fortuna alcune parti delle pareti sono state lasciate libere... così ho potuto fare il progettino...

Prima di tutto bisogna sempre prendere le misure, fare un piccolo progetto su come appendere i quadri in modo proporzionato ed assicurarsi di avere tutto l'occorrente...

Ecco il risultato con il prima ed il dopo... purtroppo in questo caso le foto non rendono, ma la sensazione all'entrare in quel luogo è cambiata molto!
Non sono stati aggiunti oggetti nuovi: stampe, asciugamani ecc... erano già di mia proprietà, ho solo fatto in modo che stessero bene insieme! 

Da bagno anonimo a... coloniale!


Infine un piccolo commento: eviterei di esporre stampe antiche in luoghi con molta umidità: in questo caso la finestra sopra la doccia viene aperta spesso, evitando che si crei umidità dietro al vetro... quindi state attenti anche a questi dettagli!

E voi, avete stampe in casa da riutilizzare con creatività?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...